Meteo
 


Fatti&Storie

Erano tutti in nero i 15 lavoratori del pub

Torino/Pinerolo

PINEROLO Ha assunto tutti i lavoratori dopo che in un blitz la guardia di finanza ha scoperto che erano impiegati “in nero” per evitare la sospensione dell’attività. Quando è scattato il controllo nella disco-pizzeria-ristorante Pacifico nel Comune di Scalenghe, nel Pinerolese i 15 tra camerieri e pizzaioli, quasi tutti italiani, erano impegnati a servire ai tavoli e a cucinare, ma nessuno aveva un contratto. 

Multa da 16 mila euro
In pratica si tratta dell’intero staff aziendale, come hanno accertato i finanzieri: il blitz è avvenuto durante una serata danzante del weekend, un appuntamento fisso nel disco-restaurant che richiama tanta gente e il locale lavora a pieno servizio. Il datore di lavoro, imprenditore di 50 anni, vista la situazione rischiava la sospensione dell’attività così proceduto a regolarizzare tutti i lavoratori: per loro è arrivata l’assunzione con tanto di benefici previsti e copertura assicurativa. Per l’uomo è comunque scattata la multa pari a 16mila euro per manodopera irregolare.

Evasione fiscale
 Le contestazioni, però, non sono finite qui. Gli uomini delle fiamme gialle hanno controllato i registri e hanno riscontrato delle anomalie contabili e amministrative. È stato sufficiente incrociare nel dettaglio i dati in possesso per far emergere un’evasione fiscale per oltre 170mila euro. Dai controlli, infatti, è venuto fuori che la società pinerolese è risultata completamente sconosciuta al fisco durante un’annualità passata.

CRISTINA PALAZZO

Fatti&Storie