Meteo
 


Libri

Siamo tutte Morgane almeno ogni tanto

Murgia e Tagliaferri

Non è una fata, non è una strega. È controcorrente, strana, pericolosa. È Morgana. Michela Murgia con Chiara Tagliaferri ha scritto il libro “Morgana”(Mondadori, p. 240 euro 19), storia di dieci donne per niente esemplari: da Moana Pozzi a Caterina da Siena, da Grace Jones alle sorelle Bronte¨, fino a Moira Orfei, Tonya Harding, Marina Abramovic, Shirley Temple, Vivienne Westwood, Zaha Hadid. Femmine che hanno rivoluzionato, nel loro campo, il cammino fino ad allora percorso dalle donne e dettato nuove regole, tutte loro.

Qual è la potenza eversiva delle donne che avete raccontato?
«La forza di affermare la propria differenza, la capacita` di gestire il fallimento e il coraggio di affrontare l'impopolarità».

Cosa spaventa gli uomini della “femmina Morgana”?
«Credo che gli uomini temano le donne che non devono proteggere. È un intero sistema a volerti debole e vittima, perché è il solo modo per controllarti. Le donne forti vincono con altre regole. La società patriarcale ti premia se sei carina, capace, ma comunque se stai un passo indietro».

I tacchi a spillo di Moana e la vita di Caterina da Siena: cos’hanno in comune?
«Intanto la precocissima determinazione a contrastare la famiglia. E poi il tema del desiderio. Caterina dice “io parlo con la volontà di Cristo e lui con la mia” e lo fa con un’immagine del corpo. La sua spiritualità è scostumata come lo è Moana nella sua carnalità».

Marina Abramovic ha portato a una sperimentazione sul proprio corpo ai limiti della sopravvivenza. Cosa possiamo imparare da lei?
«Il corpo per le donne è uno spazio di potenza, perché  desidera, è desiderato e può generare. Marina ha osato ricordare che il corpo di una donna è volontà agente tanto quanto quello maschile, in tutti i suoi estremi».

Tutte le donne sono un po’ Morgane o è destino solo di alcune?
«C'è un momento nella vita in cui dobbiamo decidere se conformarci o ribellarci. Essere Morgane tutta la vita è una strada difficile, ma riuscire a essere Morgane anche solo per un giorno può salvare tutti gli altri».
ANTONELLA FIORI
@aflowerinlife

Libri