Meteo
 


Fatti&Storie

Tangenziale Est arrivano le ruspe

Roma

ROMA cittàEra il 2000 quando un accordo di programma sul riassetto della stazione Tiburtina approvò l’abbattimento della sopraelevata nei pressi dello scalo ferroviario. Ieri dopo quasi 20 anni le ruspe sono entrate in azione e un primo tratto del cavalcavia è stato tirato giù.

Al cantiere ieri erano presenti la sindaca Virginia Raggi, la neo assessora alle Infrastrutture Linda Meleo e l’assessore ai Lavori Pubblici del II Municipio Gian Paolo Giovannetti.

«I lavori in realtà vanno avanti da due mesi, che sono serviti per svolgere tutte le indagini preliminari previste dalla legge. Il cantiere non è mai stato fermo, come purtroppo hanno sostenuto i soliti polemisti cercando di allarmare inutilmente i cittadini», ha puntualizzato ieri la prima cittadina. Il cantiere per l’abbattimento è stato diviso in 12 fasi (ieri è iniziata la prima). I tempi previsti sono di 450 giorni e l’investimento ammonta a 7,6 milioni di euro. In tutto saranno abbattuti 500 metri di sopraelevata.

All’inaugurazione dei lavori non è mancato il Comitato Cittadini Stazione Tiburtina, che da anni lotta per l’abbattimento della sopraelevata. I residenti hanno anche elaborato un progetto di rigenerazione dell’area, con percorsi ciclopedonali e un bosco urbano, approvato dai Municipi II e IV. La riqualificazione è supportata anche da un’iniziativa di delibera popolare che ha raccolto oltre 8.000 firme. Su questo tema la sindaca ha assicurato un confronto aperto con i residenti.

Articoli Correlati
Fatti&Storie