Sport

Pioli non piace ai tifosi scoppia la rivolta social

Calcio

CALCIO Anni e anni di astinenza dal calcio che conta ed i tifosi rossoneri si ritrovano a fare i conti con l'ennesima partenza sbagliata e l'esonero di Marco Giampaolo. Sperano in Spalletti ed invece si ritrovano Stefano Pioli, allenatore esperto e molto bravo a centrare i traguardi al primo anno ma che molti tifosi, dopo la Caporetto di Giampaolo, non ritengono all'altezza della storia e delle ambizioni milaniste. E sui social scoppia la bufera. 

«Se prendono Pioli tifo contro», scrive un tifoso rossonero. Categorico un altro: «Pioli sulla nostra panchina non si deve sedere. Mai». Gli attacchi sono rivolti principalmente a Maldini e Boban: «Il Milan è una malattia per me: non vivo senza ma se arriva Pioli mollo fino al prossimo closing e spero ci sia una protesta mai vista che costringa Maldini Boban e Singer a scappare via. Sarebbe il peggior tradimento della storia del Milan». Nel frattempo l'hastag #PioliOut che è diventato trend topic su Twitter.

Forse anche per questa reazione del tutto inattesa e compatta dei supporter rossoneri, che sono arrivati a esporre a Casa Milan un cartello contro la proprietà e la dirigenza («La pazienza è finita. Boban, Massara, Maldini, Elliott, Gazidis e Scaroni, una società di buffoni»), ha momentaneamente rallentato un'operazione che sembrava ormai fatta e che l'esperto Gianluca Di Marzio aveva annunciato già questa mattina.

 

Articoli Correlati
Sport