Spettacoli

Dalla lotta di classe alla destra populista

Sonia Bergamasco Ritorno a Reims

MILANO Raccontare i mutamenti della politica e della società nell’Europa occidentale. A provarci sarà, da dopodomani al 16 novembre, in prima nazionale assoluta, al Teatro Studio il 51enne regista tedesco Thomas Ostermeier con lo spettacolo “Ritorno a Reims”, tratto dall’omonimo saggio del sociologo francese Didier Eribon. In questa nuova produzione del Piccolo Teatro con Fondazione Romaeuropa e in collaborazione con lo Schaubühne di Berlino, Ostermeier ha scelto per l’Italia, essendo lo spettacolo già stato rappresentato in diversi Paesi europei, riscrivendone ogni volta la drammaturgia, di affidare a Sonia Bergamasco il personaggio cardine di Katy, attrice, impegnata con il regista Paul e l’ingegnere del suono Toni al commento sonoro di un documentario dedicato allo stesso Eribon.

Tra confessione personale e analisi sociologica, il filosofo racconta il ritorno nella città natale, Reims, l’incontro con la famiglia, con cui non ha rapporti da decenni, da quando ha intrapreso la carriera universitaria a Parigi. Nel confronto con il passato, Eribon si scontra con i lati oscuri della società contemporanea: i brutali meccanismi di esclusione dall’istruzione e dal lavoro messi in atto dalla borghesia, alla quale ora appartiene, progressista per finta ed elitaria nella realtà e una classe operaia che, dimenticata e privata dei diritti, rinnega la militanza comunista per gettarsi tra le braccia della destra populista del Front National.

Nel cast anche Rosario Lisma e Tommy Kuti (Info: piccoloteatro.org).

 

 

ANTONIO GARBISA

Spettacoli