Sport

Champions, la Juve liquida 3-0 il Bayer

Champions

Il calcio champagne è un’altra cosa. E anche il ‘sarrismo’, per come si erano abituati a Napoli. Però la Juventus ha vinto anche ieri sera, nel suo secondo impegno di Champions contro il Bayer Leverkusen (3-0): va bene così, insomma, con il passaggio del turno che si avvicina e nessun infortunio in vista del big match di domenica sera contro l’Inter. Che era già nei pensieri dei soliti gentiluomini della curva Sud bianconera, visti gli insulti già partiti nei confronti dei nerazzurri.

Non una gran partita, quindi. Tutt’altro. Sonnecchiosa per metà gara, nonostante i campioni d’Italia fossero passati in vantaggio grazie a un destro dal limite di Higuain dopo una topica da Promozione di Tah: poco altro, però. Perché i tedeschi non provavano nemmeno ad avvicinarsi a Szczesny, tutti concentrati nel loro sterile possesso palla e per nulla aiutati dalla teorica stellina Havertz. Né la Juve, in pieno controllo, aveva interesse ad alzare troppo il ritmo. Andava meglio nella ripresa, perché il Pipita e Cuadrado suonavano un paio di volte la sveglia: Ronaldo si mangiava almeno due gol (clamorosi), Bernardeschi trovava il tocco del 2-0 che ne riscattava una prova incolore e, nel finale, CR7 tornava lui non fallendo un gol impossibile da fallire. Tutti tornavano così a casa felici e contenti. Anche Szczesny, praticamente inoperoso per tutta la serata come raramente succede nei match di Champions.

Domenico Latagliata

Articoli Correlati
Sport