Spettacoli

Il ritorno di Mehldau a Jazz Love

Brad Mehldau trio

ROMA Uno dei nomi di punta della scena internazionale del jazz giovedì alle 21 al Parco della Musica. Nella sala Sinopoli, ospite di Jazz Love, torna a esibirsi Brad Mehldau, 49enne pianista statunitense, conosciuto per essere una delle voci più liriche e intime del jazz contemporaneo.
Di formazione classica Mehldau si è presto convertito al jazz e nel 1994 ha dato vita a un trio, spinto anche dalla grande influenza che su di lui ha avuto Bill Evans, uno dei più raffinati e intensi pianisti della storia del jazz. È salito alla ribalta giovanissimo negli anni '90 e nel 2004 Downbeat, la più importante rivista jazz del mondo, lo ha premiato come miglior pianista jazz dell’anno. Il musicista di Jacksonville è riuscito a forgiare nel tempo un percorso davvero unico in cui l'essenza dell'esplorazione jazz incontra il romanticismo classico e il fascino del pop, elemento che ha portato la sua popolarità anche al di fuori del confini del jazz. Le sue produzioni da band leader continuano a raccogliere premi e riconoscimenti, ma Mehldau è conosciuto anche per le sue collaborazioni con altre stelle del firmamento jazz come fra gli altri Pat Metheny e Joshua Redman.
A Roma tornerà a esibirsi con il suo trio, che lo vede al fianco degli ottimi Larry Grenadier (contrabbasso) e Jeff Ballard (batteria). In scaletta troveranno spazio composizioni originali, standard e riletture di classici pop/rock.
 (Infotel. 0680241281).

Spettacoli