Fatti&Storie

Nuova tegola su Marra Condanna a un anno e 4 mesi

Roma

ROMA Raffaele Marra, ex capo del Personale in Campidoglio, è stato condannato ieri dal tribunale a un anno e quattro mesi di reclusione per abuso di ufficio in relazione alla nomina del fratello Renato a responsabile del Dipartimento Turismo del Comune di Roma. Una nomina (prima congelata e poi revocata dalla sindaca) che avrebbe determinato un aumento di stipendio pari a 20 mila euro annui.

Per l’ex braccio destro di Virginia Raggi il pm Francesco Dall'Olio aveva chiesto una condanna a due anni. Raffaele Marra, nove mesi fa, aveva già subito una prima condanna a 3 anni e sei mesi nel processo che lo vedeva imputato per corruzione con l’imprenditore Sergio Scarpellini, morto il 20 novembre scorso, per l’acquisto di un appartamento nella zona di Prati Fiscali.

Articoli Correlati
Fatti&Storie