Spettacoli

La danza urbana firmata Bruno Beltrão

Torino/Danza

TORINO Un lavoro coreografico che usa la danza urbana come punto di partenza. Un’esplosione di movimenti e di situazioni che, firmato dal coreografo e performer brasiliano Bruno Beltrão, s’intitola “Inoah”, di  scena dopodomani, alle 20.45, e domenica, alle 17, al Teatro Astra. 

Con la sua compagnia Grupo de Rua, con sede a Rio de Janeiro, lo spettacolo, dopo esser stato rappresentato soltanto pochi giorni fa al Romaeuropa Festival, vede Beltrão, classe 1980, stupire ora il pubblico del Torinodanza Festival con quest’ultima creazione in cui opera una decostruzione appassionata e sottile dei codici della danza hip hop, per cui le periferie del mondo entrano di prepotenza sul palcoscenico come metafora di contraddizioni sociali che sono anche esistenziali.

In scena ci saranno dieci danzatori che eseguiranno un’affascinante composizione coreografica per indagare le relazioni umane, esaltandone tutta la loro poesia. Astratta, ma fortemente radicata nelle culture urbane, energica, ma contemporaneamente dolce e riflessiva, questa pratica coreografica di Beltrão, sua vera e propria cifra stilistica dal  debutto assoluto sulla scena della danza contemporanea nel 2001 con “From Popping to Pop”, seguito poi da “Too Legit to Quit”, “Telesquat”, “H2” e “H3”, continua ad affascinare per la sua forza, precisione e maestria, portando l’hip hop e le pratiche urbane fuori dai loro naturali contesti (Info: torinodanzafestival.it).

 

ANTONIO GARBISA

Articoli Correlati
Spettacoli