Fatti&Storie

Merkel: "Greta ha ragione Dobbiamo seguire la scienza"

climate change

Se c'è qualcosa che mi impressiona - e lo dico da scienziata naturale - allora è quella che sta dicendo Greta Thunberg, ossia 'Unite behind science', unitevi dietro la scienza". Lo ha detto a Berlino Angela Merkel durante la presentazione del Patto per il clima varato dal governo tedesco. Le lodi della cancelliera per la giovane attvista svedese arrivano nel giorno del nuovo sciopero globale per i cambiamenti climatici che si sta svolgendo in migliaia di località in tutto il mondo. 

Merkel.   "Non è che qui stiamo facendo qualcosa di ideologico", ha aggiunto Merkel riferendosi alle misure per la difesa del clima decise oggi dopo una maratona negoziale di 18 ore. "Al contrario, stiamo facendo delle cose per le quali ci sono evidenze massive che ci obbligano ad agire". Chi ignora queste prove, afferma ancora la cancelliera, non agisce pensando al futuro. Il riferimento è anche alla ripetuta affermazione di Greta Thunberg, secondo la quale troppo spesso i politici ignorano quelle che sono fatti stabiliti dalla scienza in fatto di cambiamenti climatici.
A detta di Merkel, i tanti giovani che stanno affollando le strade per protestare "chiedono a ragione che noi facciamo cose in modo che anche loro abbiano buone chances nella vita". Merkel è laureata in fisca, e ha lavorato per anni all'Accademia delle Scienze di Berlino prima di passare alla politica.

100 miliardi. Il piano del governo tedesco per contrastare i cambiamenti climatici prevede circa 100 miliardi di euro di investimenti 'green' e contiene una serie di misure che vanno dalla lotta alle emissioni nei settori dell'energia e dell'industria, agli incentivi per i veicoli elettrici a zero emissioni o per il trasporto pubblico.     Secondo il piano, i prezzi dei voli aumenteranno, mentre i biglietti del treno diventeranno più economici. Circa 86 miliardi di euro saranno investiti nelle infrastrutture ferroviarie e saranno forniti finanziamenti per testare dei modi innovativi per incoraggiare le persone a utilizzare maggiormente i mezzi pubblici, come i biglietti annuali da 365 euro.     "Entro il 2030, un totale di circa 100  miliardi di euro sarà resa disponibile per la protezione del clima e la transizione energetica", si legge nel riassunto del piano di intervento visionato da AFP.    Il governo ha affermato che l'investimento non inciderà sui suoi piani per mantenere il bilancio in pareggio, ma che contribuirà "sostenere l'economia". 

Articoli Correlati
Fatti&Storie