Sport

Atletico Madrid-Juventus Sarà sfida tra numeri 7

Champions League

CALCIO Pjanic recuperato. Ed è la prima buona notizia che riguarda la Juve, impegnata stasera nella sua prima di Champions sul campo dell’Atletico Madrid. Le altre buone notizie si spera arrivino dal campo: «Non siamo nelle condizioni di poter fare una rotazione completa – ha detto Sarri -. Pjanic? Sta bene, decideremo in mattinata se scenderà in campo». In caso di «meglio non rischiare», spazio a Bentancur. 

Una sfida tra numeri 7
Per il resto, sarà la serata della sfida tra numeri 7. Entrambi portoghesi: Joao Felix di là, Cristiano Ronaldo di qua. E magari sarà CR7 a togliere le castagne dal fuoco. Del resto, contro il colchoneros il bianconero ha un conto aperto da sempre: 25 gol segnati in 33 partite. Tre di questi li ha realizzati indossando la maglia della Juventus, lo scorso anno nei quarti di Champions: tutti in una partita. Il 12 marzo: quarta tripletta, la seconda in Champions dopo quella che aveva deciso la semifinale 2017. “El ogro de l’Atletico” fu il titolo di un giornale spagnolo: un orco, ecco. Di quelli che fanno paura a chiunque. E all’Atletico di più, evidentemente. Quanto a Joao Felix, in estate è passato dal Benfica ai colchoneros dietro il pagamento dei 126 milioni della clausola. L’etichetta di “erede di Ronaldo” ce l’aveva già  da un po’: da quel giorno ancor più, anche se non va dimenticato che JF7 ha soltanto diciannove anni, quindici in meno del suo idolo che – curiosità – mai in carriera aveva mosso una tal cifra nel corso dei suoi trasferimenti, dal Manchester United al Real (95 milioni) e poi dal Real alla Juve (100, più una dozzina di oneri accessori). Simeone può essere l’uomo giusto per farlo crescere: carota e bastone per disciplinarlo lasciandolo libero di dare sfoggio del proprio talento. Se nessuno dei due stasera desse spettacolo sarebbe strano. Gli ultrà della Juventus, nel frattempo, stasera  diserteranno gli spalti del Wanda Metropolitano di Madrid in segno di protesta per gli arresti che lunedì hanno azzerato i vertici della Curva Sud.

Domenico Latagliata

Articoli Correlati
Sport