Meteo
 


Fatti&Storie

Scale mobili di Roma, scattano lesioni e frode

Roma

Sono 15 gli indagati dalla Procura di Roma per la mancata manutenzione delle scale mobili di Roma e l'incidente dello scorso ottobre sulle scale mobili della stazione Repubblica in cui rimase gravemente ferito un tifoso della squadra di Cska Mosca nella Capitale per la partita di Champions con la Roma. I reati contestati sono lesioni colpose aggravate e frode nelle pubbliche forniture. Per tre dirigenti di Atac è stata disposta la misura interdittiva di sospensione per un anno dal lavoro. Si tratta di Renato D'Amico (direttore dell'esercizio delle linee metro A e B di Atac), Ettore Bucci (responsabile unico di Atac dell'appalto affidato Metro Roma Scarl) e Alessandro Galeotti (responsabile esercizio di Atac per le scale mobili di Repubblica e Barberini). Misura interdittiva disposta anche per Giuseppe Ottuso, rappresentante legale Metro Roma Scarl, la Società che si occupava della manutenzione delle scale mobili delle metro capitoline. Indagati anche altri due dipendenti di Atac: Nazario Filippo e Raffaele Santulli. I restanti indagati sono tecnici o dipendenti di Metro Roma Scarl. Questa la lista: Fiorenzo Girone, Sossio Barra, Alessandro Antonelli, Daniele Ammerata, Paolo Della Chiara, Andi Adrian Stroilesku, Salvatore Vara, Giorgio del Vecchio, Giulio Marinangeli.

Articoli Correlati
Fatti&Storie