Meteo
 


Opinioni

L'Italia, Gentiloni e un'Europa diversa

Maurizio Guandalini

La legge del contrappasso. O l’ossessione risolta. Di un incubo. Compulsivo. Quel francese, io son io e voi non siete un ca..., si dice tombeur de femmes, e non si capisce perché, insegnante del saper far di conto, odiosissimo che, dopo lustri, si vede lo studente ripetente ad occupare il suo posto. Di Moscovici. Il commissario europeo agli Affari Economici, mai domo di rimproveri verso di noi. Lascia all’italiano Paolo Gentiloni. Quando le poltrone contano. Più dell’Avvocato del popolo e di tutti i ministri insieme. E sotterrano il banalotto vaffa del poltronificio gridato alla piazza altamente impressionabile.
Al mio tavolo, il paziente inglese  mi spiaccica , di fronte, la prima pagina del The Indipendent. Con la scritta In the Dark. Nel buio, riferito al drammone Brexit. Lascia un sospiro, tra parole sospese: se restavamo in Europa.  Sarà per via del blasone nobile marchigiano, che ha il suo perché, Gentiloni è conte per davvero, non alla Serbelloni Mazzanti vien dal mar. Un signore rassicurante, dalla voce in spiccioli di decibel. Affidabile, tanto da dargli i risparmi in custodia. Come a Draghi. O al Presidente della Repubblica e alla Regina Elisabetta. Un Dio se raffrontato agli strali pericolosi  dell’uscita dall’euro, inneggiati, fino a ieri, da autorevoli rappresentanti del popolo.
Davanti non ci sarà l’Eden.  Perché all’ex premier della casata Silveri, l’Italia non potrà dire segna. E, soprattutto, non ci sono sammaritani che pagano i nostri debiti. Certo, il Vecchio Continente non è quello di tre mesi fa. E’ alla ricerca di un centro di gravità permanente. Volere volare è iniziato un cammino di redenzione, in parte obbligato dai dolori della Germania unificata. Dall’economia in panne. Sommiamo a questo, la politica protezionistica dei dazi statunitensi  scivolata sulla Cina in cerca di appoggi al fai da te della nuova Via della Seta, si  comprende quanto il poliamore della Brexit e di Prima gli italiani è sbocciato, e poi sbroccato, fuori sincrono con la realtà.

MAURIZIO GUANDALINI

Articoli Correlati
Opinioni