Fatti&Storie

Una nuova illuminazione per Castel Sant’Angelo

Roma

Acea ha rinnovato l’impianto di illuminazione artistica di Castel Sant’Angelo. Il profilo del Mausoleo di Adriano, che dal 2015 è gestito dal Polo Museale del Lazio, è stato valorizzato da nuovi proiettori posizionati in punti selezionati appositamente per esaltarne la bellezza. L’operazione, che ha riguardato tutta l’area della Mole Adriana, ha interessato anche l’illuminazione artistica e funzionale del Ponte Sant’Angelo, delle statue che lo sormontano e dei circa cinque ettari di parco che si estendono intorno al complesso.

220 proiettori. I lavori, realizzati in sette giorni, hanno portato alla sostituzione di complessivamente 220 proiettori e al ripristino di parte delle linee elettriche, grazie all’impiego di tecnici specializzati per interventi in quota che hanno utilizzato solo funi, senza l’ausilio di ponteggi. Inoltre, per consentire un monitoraggio efficiente e un controllo tempestivo degli impianti, è stata introdotta una nuova tecnologia di telecontrollo che permette di gestire a distanza il funzionamento dei proiettori e di telecomandare l’impianto in caso di guasto. Questo progetto è l’ultima iniziativa di una lunga serie di interventi di riqualificazione che Acea ha messo in atto per valorizzare la città e il suo patrimonio artisticoculturale. Tra i più recenti, l’illuminazione di 16 ponti, di 9 fontane monumentali, del Teatro Marcello, della Piramide Cestia e Porta San Paolo, di Piazza del Campidoglio, del Castello di Santa Severa e della cupola del Tempio Maggiore di Roma.  
 

Articoli Correlati
Fatti&Storie