Meteo
 


Fatti&Storie

Poste, l'utile netto sale a 763 milioni

poste

Poste italiane ha chiuso il primo semestre dell'anno con un utile netto in crescita del 4% a 763 milioni di euro. Bene anche i ricavi, in rialzo dell'1,7% a 5,521 miliardi con un risultato operativo (Ebit) di 1,081 miliardi (+2,6%). Poste indica anche un utile netto normalizzato di 570 milioni (+18%).     Nel secondo trimestre +30% la società ha registrato un utile netto a 324 milioni (+29% l'utile netto normalizzato a 339 milioni) con un risultato operativo in crescita del 32,5% a 464 milioni e, sottolinea Poste, "una crescita ulteriore dei ricavi a 2,679 miliardi (+5,3%) "con contributi positivi da tutti i settori operativi grazie al focus commerciale".

Del Fante.  I risultati del secondo trimestre di PosteItaliane "sono un’ulteriore pietra miliare lungo il percorso delineato dal piano Deliver 2022". Così Matteo Del Fante, amministratore delegato e direttore generale di Poste Italiane, ha commentato i risultati finanziari del gruppo. E ha aggiunto: "Data la maggiore visibilità sul 2019, confermiamo gli obiettivi previsti per la fine dell’anno. Al fine di allinearci alle migliori pratiche di mercato, abbiamo deciso di riconoscere un acconto sul dividendo e stiamo considerando tutti le fasi necessarie per avviare il processo che consentirà il pagamento dello stesso, nel quarto trimestre, ai nostri azionisti". "Tutti i settori operativi - ha spiegato De Fante - hanno dato un contributo positivo alla crescita dei ricavi, mentre continua a ridursi la dipendenza dalle plusvalenze. PosteItaliane - ha aggiunto - beneficia di un modello di business diversificato ed unico, fatto di quattro segmenti distinti e al contempo altamente complementari. La trasformazione industriale, prevista nel Piano Deliver 2022 e iniziata oltre un anno fa, sta contribuendo ad una solida evoluzione della profittabilità operativa". E ha aggiunto: "La crescita dei ricavi da pacchi continua a sopperire al calo della corrispondenza, grazie ai progressi compiuti nell’ambito della trasformazione industriale e al focus sulla customer experience. Tale trasformazione ci ha permesso di diventare partner dei principali operatori di e-commerce in Italia, come confermato dal recente accordo esclusivo siglato con Zalando e dal rafforzamento della partnership con Amazon, che sta sperimentando ora una fase di test del servizio di consegna entro 24 ore in alcune città italiane".      "La nostra continua attenzione ai costi - ha proseguito l'ad - è affiancata ad un efficace piano di investimenti, come dimostrato dalla realizzazione del moderno centro di smistamento inaugurato a Bologna il 16 luglio. Il nostro focus commerciale è alla base del rapporto di fiducia instaurato con i nostri 35 milioni di clienti, che è ulteriormente rafforzato dal nostro impegno sul territorio mediante iniziative quali Piccoli Comuni.  Con 1,9 milioni di utenti digitali giornalieri - ha concluso - l’offerta di Poste Italiane si fonda su continui investimenti nell’ infrastruttura informatica e sull’integrazione di nuove tecnologie a beneficio dei nostri clienti". 

Articoli Correlati
Fatti&Storie