Meteo
 


Fatti&Storie

Londra: "Teheran rilasci la petroliera"

IRAN

La premier britannica, Theresa May, ha presieduto una riunione di emergenza del comitato Cobra per le emergenze sulla petroliera britannica Stena Impero sequestrata dai pasdaran iraniani nello Stretto di Hormuz. Un portavoce dei Downing Street ha chiesto l'"immediato rilascio della nave e del suo equipaggio", sequestrati da Teheran, ha detto, "con pretesti falsi e illegali". "Non cerchiamo lo scontro con l'Iran, ma impadronirsi di una nave che fa affari legittimi attraverso rotte di navigazione riconosciute a livello internazionale è inaccettabile", ha sottolineato il portavoce, accusando Teheran di alimentare l'escalation di tensione nel Golfo.

Teheran. Il sequestro della petroliera britannica Stena Impero nello Stretto di Hormuz con 23 marinai a bordo è "una misura legale", ha dichiarato un portavoce del governo iraniano, Ali Rabiei. La decisione, ha spiegato, è stata necessaria per "garantire la sicurezza della regione".      "A tutti i Paesi che chiedono all'Iran di rilasciare la petroliera, chiediamo di rivolgere la stessa richiesta alla Gran Bretagna", ha aggiunto Rabiei, riferendosi alla nave cisterna iraniana sequestrata il 4 luglio dalle autorità britanniche a Gibilterra.

Bandiera Iran. La bandiera iraniana sventola sulla Stena Impero, riferisce l'emittente iraniana Press Tv su Twitter    La versione di Teheran è che la Stena Impero sia stata fermata per aver violato le regole marittime internazionali dopo una collisione con un peschereccio iraniano. La nave è all'ancora a Bandar Abbas.

Articoli Correlati
Fatti&Storie