Fatti&Storie

Fisco, Ocse: in Italia sistema troppo complicato

Fisco

In Italia il sistema fiscale "è troppo complicato, indebolisce gli incentivi al lavoro e favorisce le irregolarità e l'evasione fiscale" e il cuneo fiscale sul lavoro "è alto". ​E' quanto emerge dal capitolo sull'Italia del rapporto "Going for Growth 2019" preparato dall'Ocse, in cui l'organizzazione di Parigi raccomanda di "migliorare l'efficienza e l'equità della struttura fiscale". Più nel dettaglio l'Ocse promuove la lotta all'evasione condotta dal governo e l'introduzione della fatturazione elettronica. Positivo anche il giudizio sugli incentivi per incoraggiare le assunzioni, in particolare dei giovani lavoratori nelle regioni del Sud, e il processo di aggiornamento dei valori catastali. Per quanto riguarda le raccomandazioni, l'Ocse invita "a combattere l'evasione fiscale attraverso maggiori investimenti in sistemi IT e una migliore gestione delle risorse umane nelle agenzie di riscossione delle imposte, nonché attraverso la riduzione della soglia per i pagamenti in contanti".

Taglio. Sul fronte degli incentivi alle assunzioni, l'organizzazione  raccomanda invece "un taglio permanente dei contributi sociali per i primi 3 anni a tutti i nuovi contratti a tempo indeterminato". Infine, per migliorare l'efficienza e l'equità della struttura fiscale, l'Ocse chiede di "accelerare l'aggiornamento dei valori catastali" e il "ripristino della tassazione sulla residenza primaria con esenzioni per i redditi bassi delle famiglie".

Articoli Correlati
Fatti&Storie