Spettacoli

Elle Fanning: «La musica mi aiuta a superare i momenti difficili»

Elle Fanning Teen Spirit

CINEMA La location è una prigione: un’isola, un piccolo villaggio, un liceo in cui nessuno ti nota, il solito gruppuscolo di ragazzini idioti e una madre che tira a campare come può e, quindi, sa solo reprimere ogni slancio in ogni direzione. Violet vive dentro questa prigione ma il suo sogno è la chiave per uscire, il canto la sola via di fuga possibile. Le dà corpo e voce Elle Fanning in Teen Spirit (in anteprima a Giffoni e dal 29 agosto nei cinema) e lo racconta cosi: «Non mi sono mai mostrata in questo modo, ma interpretando Violet mi sento molto fedele a come sono adesso perché è un personaggio che si ricollega a tante mie esperienze personali di crescita. Posso capire perfettamente il suo desiderio di essere migliore in quel che fa, lo provo anch’io».

Ma dietro questa interpretazione c’è un duro lavoro: «Ho passato 4 mesi a cantare ogni singolo giorno, mi facevano fare esercizi vocali e tutte le canzoni, poi si registrava e dovevo risentirmi per capire dove sbagliavo. Ho avuto Bob Garrett come insegnante di canto e ho studiato i video di Katy Perry e Taylor Swift».

Così la Fanning che nella musica giura di aver sempre trovato ogni cosa: «La musica è stata ed è una parte importante della mia vita, qualcosa che mi aiuta a superare i momenti difficili, che mi ha formata. Da giovane la ascoltavo quando ero triste  e sempre e cantavo, cosa che infastidiva un po’ in famiglia. Oggi la musica continua a essere qualcosa cui appoggiarmi».

 

 

SILVIA DI PAOLA

 

Spettacoli