Fatti&Storie

Smog, l'ipotesi deroghe per chi ha redditi bassi

TORINO

TORINO Il Piano antismog per i 33 Comuni dell’area metropolitana torinese si fa più morbido con la nuova giunta regionale guidata da Alberto Cirio. Durante l’incontro di martedì infatti i neo assessori piemontesi all’Ambiente e alle Attività Produttive, Matteo Marnati e Andrea Tronzano, hanno proposto la deroga ai possessori di veicoli inquinanti che dichiarano redditi Isee sotto i 14 mila euro.

Un’ipotesi che in linea teorica, sul piano normativo, non troverebbe ostacoli, ma che ne presenta sul piano organizzativo. Come ha infatti osservato l’assessore all’Ambiente del Comune di Grugliasco, Raffaele bianco, nessuno sa quanti sono e che incidenza avrebbero. Un aspetto da approfondire in vista del Piano che partirà dal prossimo primo ottobre.

La proroga
Durante l’incontro, a cui hanno partecipato oltre 50 sigle e associazioni che rappresentano le realtà produttive, è stata anche decisa la proroga per artigiani e piccoli imprenditori che usano per lavorare veicoli Diesel Euro3, 4 e 5. La giunta Chiamparino aveva disposto che avrebbero dovuto rinnovare il parco mezzi entro il primo ottobre, la nuova Giunta ha lasciato tutto com’è: potranno circolare dalle 19 alle 8:30 e dalle 14 alle 16. Per tutti gli altri automobilisti restano invariate le vecchie limitazioni: stop dal lunedì al venrdì, dalle 8 alle 19 per i Diesel Euro 3, che si estende agli Euro 4 dopo quattro giorni di sforamento sui Pm10, e agli Euro 5 oltre i 10 giorni.

 

Articoli Correlati
Fatti&Storie