Spettacoli

I ribelli Zen Circus in folk-rock

Zen Circus

TORINO Qualcuno, anni fa, li ha definiti “l’ultima vera punk band nostrana”. E, in effetti, gli Zen Circus incarnano bene l’attitudine punk, polemica e anticonformista, che mescolano a radici folk, canzone d’autore e rock alternativo. I ragazzacci pisani, autori di lavori di culto come “Andate tutti affanculo”, “Nati per subire” e “La terza guerra mondiale”, arrivano stasera al Flowers Festival (ore 21, euro 23) col “Canta che ti passa” tour dopo la partecipazione a Sanremo con “L’amore è una dittatura” e la pubblicazione dell’album antologico “Vivi si muore - 1999 - 2019”.

Durante la serata si esibiranno anche il cantautore napoletano Giovanni Truppi e il duo indie-pop Io e la Tigre. Se preferite le sonorità esterofile, da non perdere allo Stupinigi Sonic Park gli storici King Crimson del chitarrista Robert Fripp (ore 21, da euro 39.10) col  “Celebrating 50 Years tour”, un super-live di oltre tre ore con tanti classici prog-rock e diversi estratti dal capolavoro “In The Court Of The Crimson King” del 1969.

Per i patiti del pop classico all’italiana ecco al Parco Dora il recital a ingresso libero di Fausto Leali.
Fuori provincia, al festival Collisioni di Barolo, è in arrivo Macklemore, star milionaria dell’hip hop americano (ore 21.30, euro 46), mentre in piazza Cattedrale ad Asti si terrà l’anteprima del festival pop-elettronico Wake Up 2019 con esibizioni di Deejaytime, Eiffel 65 e Cristina D’Avena.

 

 

DIEGO PERUGINI

 

Articoli Correlati
Spettacoli