Sport

Calciatori, vacanze finite partono i ritiri/GALLERY

CALCIO  Le vacanze sono finite. La stagione 2019/20 della Juventus è alle porte, tra tante conferme e una novità su tutte, l’arrivo di Maurizio Sarri in panchina al posto di Massimiliano Allegri. L’ex tecnico del Napoli è rientrato a Torino per primo, domenica, per prendere contatto con le nuove strutture della Continassa. I 33 giocatori convocati (fra prima squadra e Under 23) sono attesi questa mattina e lavoreranno circa una settimana nel centro sportivo bianconero prima di partire per la tournée in Cina e Singapore il prossimo 19 luglio. Alcuni di loro hanno già fatto capolino nel capoluogo piemontese. Come Cristian Romero, che ieri ha sostenuto le visite mediche al J Medical. Il giovane difensore argentino è di passaggio - verrà girato in prestito al Genoa (dove è esploso) o all’Atalanta - ma in questi primi giorni di lavoro inizierà ad annusare l’aria di Juve. Oltre al calciatore classe '98 si sono presentati con qualche giorno d’anticipo rispetto al programma Douglas Costa, desideroso di ripartire dopo una stagione deludente, e il nuovo acquisto Aaron Ramsey, che sta recuperando da un infortunio e ha già avuto modo di immergersi nella nuova realtà facendo su e giù dal J Medical. Anche i portieri Wojciech Szczesny, Carlo Pinsoglio e Mattia Perin hanno già fatto rientro dalle vacanze, anche se quest’ultimo è in uscita visto il ritorno in bianconero come dodicesimo di Gianluigi Buffon. Cristiano Ronaldo e Blaise Matuidi si uniranno al gruppo sabato 13 luglio e nelle prossime settimane si aggregheranno anche i giocatori che hanno da poco concluso gli impegni con le rispettive Nazionali.

Intanto ieri è ufficialmente iniziato a Trigoria il ritiro della Roma 2019-20 agli ordini del nuovo allenatore Paulo Fonseca. Come si vede nelle immagini sul sito del club giallorosso, il tecnico portoghese prima di iniziare le operazioni ha raccolto in cerchio la squadra per il classico discorso di presentazione. Presenti anche Edin Dzeko, che ha chiesto di essere ceduto all’Inter, mentre fra i volti nuovi un sorridente Leonardo Spinazzola proveniente dalla Juventus. Dopo 18 anni è il primo raduno della Roma senza l’ex capitano Daniele De Rossi.

E ieri è iniziata pure la prima, lunga, giornata di lavoro della Lazio: dopo le visite mediche ed i test fisici della mattina, i biancocelesti si sono ritrovati sul campo Centrale del Centro Sportivo di Formello alle ore 18. Iniziale lavoro aerobico sui tappetini per l’intero gruppo, che ha successivamente effettuato ulteriori esercizi sulla mobilità per poi dedicarsi al pallone. Prima una partitella con le mani, poi con i piedi hanno caratterizzato la parte centrale della seduta: successivamente, Lulic e compagni hanno svolto delle ripetute con i professori Ripert e Fonte. Nel finale di seduta, è andata in scena una partita in famiglia vinta 4-2 dagli arancioni. Oggi è prevista una seduta pomeridiana. Venerdì la partenza per il ritiro di Auronzo di Cadore.

«Stiamo lavorando tanto, stiamo lavorando bene. Sarà un anno lungo e dobbiamo essere pronti a durare da oggi a fine maggio». Secondo giorno di allenamento ieri per l’Inter nel ritiro di Lugano. Andrea Ranocchia, ai microfoni di SkySport, ha raccontato le sensazioni di questo inizio di stagione. Non è la prima esperienza di Ranocchia con Conte allenatore: «L'ho ritrovato come sempre, con grandissima voglia ed entusiasmo che sta trasmettendo a tutto il gruppo e alla società. È sempre un piacere lavorare con il mister e con il suo staff: sono contento e fiducioso per questa stagione».

E oggi anche il Milan si è ritrovato al Centro Sportivo di Milanello per dare ufficialmente il via alla stagione. Sono 29 i giocatori convocati da Mister Marco Giampaolo per il primo giorno di lavoro dell'annata 2019/2020.

«Sarà una stagione lunga ed impegnativa, io non sono un allenatore da proclami. Io sono uno che parla con i fatti. Dobbiamo ripartire con gli stessi principi di lavoro e professionalità, così rispettiamo quelli che sono i valori del Toro e i nostri tifosi. Non dobbiamo cambiare la nostra mentalità». Così Walter Mazzarri, allenatore del Torino, ha parlato ieri a Toro Channel dal ritiro di Bormio dove ieri la compagine granata ha svolto una doppia seduta in vista dell’esordio in Europa League del 25 luglio. E proprio sul primo impegno stagionale, Mazzarri ha aggiunto: «E' il primo anno che mi capita di dover preparare una partita importante in tre settimane, stiamo lavorando il giusto senza fare danni. Bisogna stare attenti nei carichi di lavoro, in modo tale che i giocatori arrivino pronti ad affrontare una squadra più avanti di noi nella condizione».

 

 

Articoli Correlati
Sport