Fatti&Storie

Famiglie, volano i consumi ma si risparmia di meno

TORINO

TORINO Cresce la spesa media mensile delle famiglie torinesi, mai così alta negli ultimi 10 anni, ma anche il ricorso a pagamenti rateali e all’acquisto di beni usati.

È la foto fornita dalla Camera di Commercio torinese, che ha monitorato i consumi di 240 famiglie mappandone le abitudini. E così, se la spesa sale fino a 2.541 euro al mese di media, con un aumento dei consumi dello 0,2%, aumenta anche il divario tra famiglie in condizioni di benessere e quelle autosufficienti: è in questa fascia che si collocano più del 40% dei nuclei che spendono quasi un quinto del mensile in spesa alimentare. Spendono meno le famiglie in fascia benessere, preferendo per l’86,5% prodotti non alimentari. A tavola però nel 2018 si preferisce la carne (+20,9%), latte e uova (+14,1%).

Per tutto ciò che non è alimentare si spende in media 2.145 euro al mese: più della metà va per l’abitazione, l’arredamento, le utenze e il personale domestico. Al welfare vanno meno di 100 euro al mese, cala anche l’abbigliamento, meglio il tempo libero per cui la cifra sale a 119 euro.
Quasi duecento euro, invece, per i trasporti: è la componente che influisce maggiormente sui bilanci familiari. E con questi numeri risparmiare è difficile: solo il 20% di dei nuclei “autosufficienti” riesce ad accantonare qualcosa.

CRISTINA PALAZZO

Articoli Correlati
Fatti&Storie