Fatti&Storie

Trump fa la storia ed entra in Nord Corea

NORD COREA

Storico incontro tra Donald Trump e il leader nordcoreano, Kim Jong-un, alla frontiera intercoreana: insieme hanno anche attraversato la linea di demarcazione e Trump è entrato per pochi minuti in territorio nordcoreano, diventando il primo presidente Usa a mettere piede nel Paese. Non solo: il 35enne dittatore a Washington ha ricevuto un invito alla Casa Bianca, anche se non c'è alcuna data e serviranno probabilmente ulteriori progressi.

Prima volta. E' stata la prima volta che i leader di Usa e Corea del Nord si sono incontrati alla frontiera, nella zona cuscinetto al 38mo parallelo che fu un simbolo della Guerra fredda. Panmunjom, il 'villaggio della pace', è il punto della zona demilitarizzata dove venne firmato l'armistizio che pose fino alla guerra di Corea (1950-53). L'incontro è durato un'ora e dovrebbe far ripartire il dialogo tra le due Coree e sulla denuclearizzazione. I colloqui riprenderanno nel giro "di due, tre settimane", ha dettoTrump, precisando che non ci sarà un allentamento delle sanzioni. Il nuovo disgelo con Pyongyang offre al presidente americano un assist in chiave interna, nella corsa per la rielezione alla Casa Bianca.

Scommessa. Trump ha spiazzato tutti e ha vinto la scommessa: ha lanciato l'invito a sorpresa da Osaka, durante il vertice del G20, via Twitter. Un invito fuori da tutte le regole diplomatiche, che però, dopo qualche ora di silenzio, è stato accolto a Pyongyang. "Good to see you again”, bello rivederti, gli ha detto Kim in inglese, quando si sono stretti la mano, aggiungendo che non si sarebbe "mai atteso" di rivederlo "in questo luogo". "Volevo incontrarti di nuovo, soprattutto per le due Coree", ha proseguito dopo, seduto accanto aTrump, quando si sono seduti insieme a un tavolo nella Freedom House, in un breve incontro dopo la storica stretta di mano. "Questo luogo è un simbolo della sfortunata storia del passato. Per le due Coree, avere l'opportunità di incontrarti di nuovo qui è molto significativo. Significa che possiamo sentirci a nostro agio e incontrarci con una positiva disposizione di spirito. Credo -ha continuato ancora Kim - che questo possa avere una positiva influenza in tutte le nostre discussioni future".

Articoli Correlati
Fatti&Storie