Fatti&Storie

Via la plastica dalle scuole e dal Castello

Milano

Le bottigliette d'acqua di plastica spariranno dai distributori di due licei milanesi, gli scientifici "Vittorio Veneto" e "Cremona". Lo ha annunciato la vicesindaca, Anna Scavuzzo, nella conferenza in cui ha annunciato l'ingresso del Comune di Milano nella piattaforma di circular economy della Ellen MacArthur Foundation. Se i due scientifici vinceranno la battaglia contro il consumo di plastica, Città metropolitana e Comune di Milano potrebbero bandire le bottigliette monouso anche in tutte le altre scuole del Milanese. L'idea è quella di installare delle case dell'acqua ad hoc per le scuole, dove i ragazzi possano riempire le borracce durante l'intervallo. Il progetto #ambienteascuola, partito già l'anno scorso con la formazione di 12mila studenti, ha fatto arrivare in 11 scuole 3.000 bidoni per la raccolta differenziata.
Ma la plastica sarà bandita nel cartellone di eventi che accompagneranno le serate di tutta la stagione estiva nella corte del Castello Sforzesco dal 7 al 25 agosto: è questo il patto tra il Comune di Milano, organizzatore dell'Estate Sforzesca, e le decine di migliaia di persone attese come pubblico di concerti e spettacoli. Bottigliette, sacchetti e suppellettili di plastica usa-e-getta off limits dunque, e anche i servizi di ristoro non potranno utilizzarli. Le consumazioni saranno invece servite in contenitori fatti di materiali rinnovabili e compostabili, così da poter essere poi conferiti alla raccolta dei rifiuti organici.

 

Articoli Correlati
Fatti&Storie