Fatti&Storie

M5S, Di Maio: "Nessuno chiede le mie dimissioni"

M5S

"Stamattina ho sentito le varie anime del movimento, da Grillo a Casaleggio, nessuno ha chiesto le mie dimissioni, si vince insieme, si perde insieme". Lo ha affermato il vicepremier Luigi Di Maio in conferenza stampa al Mise aggiungendo che "serve un nuovo sprint da dare al movimento", e che il M5S “ha bisogno della forza di tutti, serve una riorganizzazione che ci deve riportare più vicino ai territori. Organizzerò incontri con i territori per rendere il movimento più efficace”.  "Ho sentito il presidente del Consiglio Giuseppe Conte e gli ho chiesto di convocare prima possibile un vertice di governo". 

Lezione. “Per noi le elezioni sono andate male, da queste elezioni europee prendiamo una grande lezione, impariamo e non molliamo. Come forza politica, M5S sta correndo una maratona non i 100 metri” .

Contratto e Tav. "Il contratto di governo non si cambia e lo tuteleremo: saremo argine". La Tav? "C'è un contratto di governo in cui c'è la Tav, c'è scritto nel contratto", ha spiegato Di Maio, e "si parla di ridiscussione integrale dell'opera che è quello che sta facendo il presidente del Consiglio dei ministri".       Il tema, ha spiegato, "non è cercare lo scontro, esistono delle posizioni e degli obiettivi che sono quelli da realizzare".  E poi:  "C'è da fare il salario minimo orario e lo faremo, così come il provvedimento per le famiglie e c'è da portare avanti un serio abbassamento delle tasse". Questi, temi, ha aggiunto, "sono al centro della priorità degli italiani". 

Articoli Correlati
Fatti&Storie