Sport

De Rossi, sipario Ora l'aspetta il Boca Juniors

Calcio

CALCIO La Roma batte il Parma 2-1, scivola nel limbro dei preliminari di Europa League che non aveva previsto ad inizio campionato e che porterà di sicuro una ristrutturazione pesante della squadra. Ma ieri all’Olimpico questo è passato in secondo piano per il saluto a Daniele De Rossi, alla sua ultima partita con la Roma.
    Sembra ieri ma sono passati 18 anni, sempre dalla stessa parte.  Ha disputato  con la Roma 616 partite e segnato  63 gol. È il giocatore con più presenze dopo Totti (786). “Il cielo sembra piangere per l’addio del capitano” ha detto  un radioascoltatore facendo riferimento, nella  telefonata ad una trasmissione, alla pioggia che ha spazzato la Capitale per tutta la giornata. In un certo senso è stato così, perchè sono state tante  le lacrime dei 60.000 tifosi accorsi all’Olimpico (“saremo per sempre la tua curva”). Il tifo giallorosso  ieri  non ha mai guardato  i risultati delle altre squadre: ha solo  centellinato l’ultimo giro di valzer con un giocatore già entrato nel Pantheon del club  come  Di Bartolomei, Totti, Falcao,  Conti,  Rocca. E già che c’era, ha criticato anche il presidente  Pallotta, “reo” di non aver proposto un nuovo contratto a De Rossi e con cui la frattura, per mille altri motivi, appare  insanabile.  «Nessuno vi amerà più di me» aveva  scritto  DDR ai tifosi nella lettera con cui si è congedato.  
Il Boca Juniors aspetta
E ora? La destinazione più  probabile  sembra essere il Boca Juniors. Ma c’è anche qualche club statunitense a fargli la corte. Qualunque sia la sua decisione, arriverà a giugno.

Articoli Correlati
Sport