Fatti&Storie

Palma d'Oro a "Parassita" Miglior attore Antonio Banderas

Cannes

La Palma d'Oro della 72esima edizione del Festival del Cinema di Cannes è stata assegnata a Parassita del coreano Bong Joon Ho. Palma d'argento ad Atlantique di Mati Diop. Miglior attore Antonio Banderas per Dolory y gloria di Almodovar, indicato alla vigilia come favorito per il primo premio ma che si è dovuto acconentare del miglior attore e della migliore colonna sonora originale, 'Pain & Glory' di Alberto Iglesias.
    Nessun riconoscimento per l'unico film italiano in concorso, Il traditore di Marco Bellocchio: Le speranze erano concentrate sul miglior attore: Pierfrancesco Favino.
    Tra gli altri premi, quello della giuria ex aequo a Les Misérables dell'esordiente francese Ladj Ly sulle banlieu e a Bacurau di Kleber Mendonca Filho e Juliano Dornelles sulla situazione del Brasile ndi Bolsonaro. 
    Miglior regia a Le Jeune Ahmed dei fratelli Dardenne. Miglior attrice a ​Emily Beecham per Little Joe e miglior sceneggiatura a Céline Sciamma per 'Portrait of a Lady on Fire'.
    La Menzione speciale è stata assegnata a Elia Suleiman per il film It must be heaven. Il premio Camera d'Oro al film guatemalteco Nuestras Madres del regista ​Cesar Diaz, miglior opera prima.La Palma d'Oro per il cortometraggio è stata assegnata al film 'The distance between Us and the sky' di Vasilis Kekatos. La menzione speciale è andata a Monstruo Dios di Agustina de San Martin.

I PREMI

PALMA D'ORO: 'Gisaengchung' ('Parasite') di Bong Joon-Ho.
GRAND PRIX: 'Atlantique' di Mati Diop.
MIGLIOR REGIA: fratelli Jean-Pierre e Luc Dardenne, con 'Le Jeune Ahmed'
PREMIO DELLA GIURIA: ex aequo a 'Les Misérables' di Ladj Ly e 'Bacurau' di Kleber Mendonça Filho e Juliano Dornelles.
MIGLIOR ATTORE: Antonio Banderas, per la sua interpretazione in 'Dolor Y Gloria' di Pedro Almodóvar.
MIGLIOR ATTRICE: Emily Beecham, per la sua interpretazione in 'Little Joe' di Jessica Hausner.
MIGLIOR SCENEGGIATURA: Céline Sciamma per 'Portrait De La Jeune Fille En Feu'.
PALMA D'ORO PER IL CORTOMETRAGGIO: Vasilis Kekatos per 'The Distance Between Us And The Sky'.
MENZIONE SPECIALE: Elia Suleiman per 'It Must Be Heaven'.
CAMÉRA D'OR PER L'OPERA PRIMA: 'Nuestras Madres' di César Díaz.

Articoli Correlati
Fatti&Storie