Fatti&Storie

Forse trovate le ossa di Ludovico il Moro

francia

Le ossa di Ludovico Sforza, duca di Milano dal 1494 al 1499, potrebbero essere state ritrovate nella chiesa di Loches, piccola località francese nella valle della Loira, dove "il Moro" è morto nel 1508. L'ipotesi dovrà essere confermata dai risultati dei test del Dna. I lavori di restauro della collegiata di Sant'Orso hanno permesso di ritrovare quattro tombe. Come riporta il quotidiano locale La Nouvelle République, gli archeologi sono in grado di identificare "per deduzione" chi erano le persone seppellite in due di queste tombe.

Tombe.    La prima sarebbe appartenuta al canonico Pierre Beaucousin, la seconda al barone Rolando de Lescouët, capitano del castello di Loches e consigliere del re Carlo VII. Ci sarebbe poi una tomba risalente al XIII secolo e una quarta che lascia pensare a delle "descrizioni molto antiche che situavano la tomba di Sforza nella Collegiata". Proprio da questa sepoltura sono state prelevate le ossa che saranno spedite in laboratorio per essere analizzate.    Se i risultati confermassero l'identità del "Moro", la questione passerebbe nelle mani del ministero della Cultura francese. Marc Angenault, sindaco di Loches, ha detto al quotidiano locale che "la domanda vera che potremmo porci se si ritrovasse lo Sforza è: deve tornare nel suo Paese d'origine o restare a Loches?".    Il giornale segnala che l'amministrazione comunale milanese sarebbe possibilista, anche se l'eventuale restituzione dei resti è "regolata da leggi e accordi specifici tra i due Paesi". Il direttore del Castello Sforzesco di Milano, Claudio Salsi, ha spiegato a Nouvelle République che "se ci fosse la certezza assoluta che le ossa appartengano a Ludovico Sforza, gli esperti avvieranno un dialogo costruttivo tra istituzioni, per esaminare tutte le ipotesi".

L'identità.    Jean-Gérard Paumier, presidente del dipartimento dell'Indre et Loire del quale fa parte il comune di Loches, da parte sua aggiunge che se l'identità del "Moro" fosse confermata "si dovrà prendere contatto con le autorità italiane per verificare le loro intenzioni. Se lo volessero, Ludovico Sforza potrebbe riposare nella magnifica tomba che si era fatto costruire a Pavia". In ogni caso, precisa Paumier, una traccia importante del passaggio del duca di Milano, dovrà rimanere nella cittadina francese.

Articoli Correlati
Fatti&Storie