Opinioni

I vantaggi e le zavorre di un'Europa come questa

Maurizio Guandalini

I programmi Erasmus funzionano. L’80% degli studenti ha trovato impiego entro 3 mesi dalla laurea. E’ uno dei motivi per tifare Europa. Il resto è la libertà di viaggiare e l’aver tolto l’impiccio di fare il cambio valuta. Sull’altra riva c’è la zavorra. Che scivola tra auspici e preoccupazioni. Da un sondaggio del Council on Foreign relation, rivolto a migliaia di cittadini di 14 stati del Vecchio Continente, emerge che il 57% degli italiani, la metà dei tedeschi e il 58% dei francesi, temono che l’Europa, nel giro di 10-20 anni, vada in pezzi. I meno ottimisti sono i giovani. Molti, probabilmente, che hanno portato a termine con successo i programmi di scambio scolastico.

Non sembri una contraddizione. Ma le tante crisi, l’immobilismo, i pericoli che ci attraversano, lasciano tracce sulle speranze. Sfiorite. Inquinate dalla crisi finanziaria. Il 44% degli europei arriva a fine mese con difficoltà. Gira e rigira sempre di economia si parla. Lì sta il blocco. E’ faticoso impalmare un’altra Europa se non c’è uno sgancio monetario. Che è il modello inglese. Ne parlavo con un collega. Intestardito a segnarmi con la biro rossa le mie nostalgie pre euro. Perché è vero che i tassi dei mutui viaggiavano al 13%, ma le case costavano in proporzione anche dieci volte di meno (a Milano). E le banche non chiedevano a garanzia il patrimonio famigliare. Inoltre il costo dei prodotti è raddoppiato e i salari dimezzati. Senza contare che di fronte a una battaglia dei dazi sui beni, abbiamo sì una moneta solida ma che non ci aiuta a uscire dal pantano. Il premio Nobel Sen ha detto che l’errore è stato entrare nell’euro, ma ora che c’è occorre tenerselo. Verissimo.
Chiunque vinca, gli stati andranno a Bruxelles difendendo, ognuno, gli interessi nazionali. Attraverso la negoziazione. Per nominare i nuovi commissari e per avere denari. Dopo la Polonia, l’Italia è il Paese a cui sono stati assegnati più soldi. Perché siamo sestultimi nelle capacità di spesa dei fondi europei?

MAURIZIO GUANDALINI

Articoli Correlati
Opinioni