Meteo
 


Metroquadrato

Casavo boom a Torino: transazioni in tempi record

TORINO

Casavo, primo Instant Buyer immobiliare italiano, presente da aprile anche a Torino, brucia le tappe. In un solo mese la società che permette di vendere casa in tempi record, ha già concluso le prime transazioni, confermando il successo del modello operativo anche nel capoluogo piemontese. «Eravamo convinti che il mercato immobiliare torinese avrebbe risposto bene al nostro servizio - spiega Davide Sili, responsabile degli investimenti in città - ma non ci aspettavamo di chiudere queste operazioni in tempi record; l’inizio dell’attività commerciale era previsto per giugno e invece abbiamo dovuto accelerare per soddisfare la domanda». L’obiettivo è quello di continuare a crescere ed investire su Torino, espandendo il team. 

Mercato immobiliare. Casavo mira a sradicare certe complessità del mercato immobiliare tradizionale, che rendono la vendita di una casa un processo lungo e complicato. Se nelle grandi città italiane il tempo medio per la vendita è di oltre 6 mesi (fonte Banca d’Italia), la startup in soli 30 giorni acquista direttamente gli immobili, liquidando il 100% della somma concordata. Non solo: se di solito servono in media 20 visite da parte di estranei per trovare l’acquirente finale, con Casavo ne basta un massimo di 2. Così facendo, libera il proprietario dalla necessità di trovare un acquirente e da tutto lo stress e le complicazioni tipiche della vendita tradizionale; il costo del servizio corrisponde a un sconto contenuto sul valore dell’immobile che può variare in base alla tipologia di operazione, "ma l’obiettivo è essere competitivi e avvicinarci il più possibile al valore di mercato”, spiegano da Casavo. Successivamente, l’azienda riqualifica l’immobile attraverso investimenti propri e lo mette nuovamente sul mercato.

Velocità. L’intero processo è studiato per garantire velocità, trasparenza ed efficenza in ogni sua fase. “Chi è interessato a vendere casa può inserire una richiesta sul nostro sito www.casavo.it. Fornendo i dettagli sulla proprietà, il nostro algoritmo sarà in grado di elaborare una valutazione di massima. Entro 24 ore si viene ricontattati per fissare un sopralluogo, in seguito al quale presentiamo la nostra offerta d’acquisto” racconta Sili, che gestisce un team di tre persone a Torino. Casavo collabora anche con le agenzie immobiliari, che si rivolgono alla startup per poter fornire un servizio aggiuntivo ai propri clienti: per le agenzie non è infatti scontato avere sempre a disposizione un acquirente in grado di garantire liquidità, trasparenza e serietà in tempi brevi e certi, che inoltre offre la possibilità di gestire la successiva rivendita. “I primi mesi del 2019, per Casavo, sono stati un successo” secondo Giorgio Tinacci, fondatore e amministratore delegato della società, che continua “il nostro obiettivo è quello di semplificare il mercato immobiliare italiano, continuando la nostra crescita in altre due città italiane oltre a quelle in cui siamo attualmente presenti (e cioè Milano, Roma, Firenze e Torino, ndr), per poi espanderci nel Sud Europa il prossimo anno”. Dopo aver chiuso oltre 100 operazioni nei primi 20 mesi d’attività, Casavo punta a realizzare oltre 200 transazioni nel solo 2019. Per farlo, la società ha raccolto circa 50 milioni di euro di capitale (incluso debito), grazie alla fiducia di fondi d’investimento internazionali come Project A Ventures, Picus Capital e 360 Capital Partners.

Articoli Correlati
Metroquadrato