Fatti&Storie

Al quartiere “Redo” edilizia sociale

Milano/Rogoredo-Santa Giulia

MILANO Uno “smart district” di oltre 600 appartamenti, disponibili da fine anno, servizi commerciali, spazi verdi, una nuova scuola media operativa già dall’anno prossimo, nel quartiere milanese di Rogoredo Santa Giulia. Il tutto costruito su un'idea di sostenibilità che mette al centro le persone, le famiglie e la socialità: si va dai 350 euro al mese per il monolocale più piccolo agli 880 euro al mese per il quadrilocale più ampio, senza contare gliu appartementi in vendita da 2.190 euro al m² (tutte le info sul bando su www.redomilano.it). È il progetto “Redo”, uno tra i piu' grandi interventi di social housing in Italia, illustrato ieri dal sindaco Sala, da Guzzetti della fondazione Cariplo («Parte degli alloggi andrà a immigrati che lavorano», ha detto, « aggiungendo che «non offriamo solo delle case, ma un nuovo modo di abitare»), dall’assessore regionale Bolognini e dal prefetto Saccone. Il progetto è realizzato dal Fondo Immobiliare di Lombardia, primo fondo etico per l'housing sociale, promosso da Fondazione Cariplo e Regione, su aree che il Comune ha messo a disposizione in diritto di superficie. 

Fondi Regione-Governo
Ma le novità di ieri sul tema “casa” non finiscono qui. La Regione ha siglato col ministero delle Infrastrutture guidato da Toninelli un programma per rendere disponibili oltre 101 milioni per recuperare il patrimonio abitativo pubblico e sociale. Critica Carmela Rozza (Pd): «Riciclano e rimodulano vecchi fondi».

METRO

Fatti&Storie