Salute

Ecco la Longevity Run corsa e check-up per la salute

longevity run

Si terrà a Roma venerdì 10 maggio la seconda edizione della Longevity Run  l’iniziativa di sensibilizzazione per una vita sana e longeva realizzata grazie al sostegno della Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS e dell’Università Cattolica del Sacro Cuore. Appuntamento in una location evocativa, lo stadio “Nando Martellini” delle Terme di Caracalla, per una giornata dedicata a prevenzione, salute e sport, elementi indispensabili per chi voglia assicurarsi longevità di successo. Madrina della corsa sarà Sofiia Yaremchuk, campionessa di mezzofondo.

“Roma Capitale, ed io in prima persona  – ha dichiarato Daniele Frongia, Assessore allo sport, politiche giovanili e grandi eventi cittadini di Roma Capitale -  sosteniamo con estremo interesse le iniziative dal carattere ludico-sportivo, così importanti per sensibilizzare i cittadini sul ruolo fondamentale dei sani stili di vita in funzione della tutela e del mantenimento della propria salute”. “La Longevity Run – ha affermato il professor Francesco Landi - Docente presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università Cattolica del Sacro Cuore e Direttore UOC Riabilitazione e Medicina Fisica del Policlinico Universitario A. Gemelli IRCCS – intende promuovere attività volte ad indagare e diffondere le evidenze scientifiche su una longevità in buona salute fisica e mentale. Per invecchiare bene è importante prendersi cura di se stessi già da giovani e da adulti. La longevità infatti non è un dono di natura ma si conquista passo dopo passo con uno stile di vita corretto e con una adeguata prevenzione”. 

Check-up gratuito. Venerdì a Roma, a partire dalle 10 del mattino e fino alle 19, l’equipe di medici del Policlinico Universitario A. Gemelli IRCCS sarà a disposizione dei partecipanti per offrire a tutti un check-up gratuito sui 7 parametri di salute cardiovascolare: misurazione della pressione arteriosa, della glicemia e del colesterolo, calcolo dell'indice di massa corporea, valutazione dello stile di vita e delle abitudini alimentari e analisi di alcuni parametri di performance funzionali, come la forza muscolare e la funzione respiratoria. Questi gli elementi che concorreranno a comporre lo screening e che saranno poi registrati in una scheda di valutazione personale che conterrà tutti i risultati, ma soprattutto i consigli e le raccomandazioni per perseguire un corretto stile di vita. Al termine delle visite, dalle 19.30, avrà inizio l’attività sportiva: un circuito che combinerà elementi di fitness, ciclismo e corsa, messo a punto da Purosangue, progetto internazionale di running solidale.

Alimentazione. Fari puntati anche sull’alimentazione. Fondamentali le proteine, anche quelle della carne, che concorrono a prevenire la sarcopenia, quel processo insidioso e progressivo che causa la perdita di massa e quindi anche la perdita di funzione e di forza muscolare con l’avanzare dell’età. Il Prof. Landi ha infatti aggiunto “Per invecchiare bene è infatti importante prendersi cura di se stessi già da giovani e da adulti. Tra gli elementi vincenti per conservare un buono stato di salute e restare longevi e sani più a lungo, una delle prime implicazioni della terza età con un effetto domino sulla salute generale, c’è una dieta equilibrata con il giusto apporto di proteine, provenienti anche da alimenti di origine animale di alta qualità, e l’attività fisica, da iniziare da giovani e proseguire anche in età avanzata. Un ottantenne che mangia bene e fa regolarmente attività fisica può avere le stesse performance di un cinquantenne sedentario!”

Tour. Quest’anno la Longevity Run si allunga e va in tour per l’Italia. Previste infatti altre due tappe in Emilia Romagna il 26 maggio a San Gabriele Piozzano (Piacenza) e Trentino Alto Adige il 3 agosto a Madonna di Campiglio (Trento). Per iscriversi alla Longevity Run basta andare sul sito www.longevityrun.it. Per prenotare i check up è sufficiente scrivere all’indirizzo mail longevityrun@gmail.com.

Salute