Sport

Allegri ora è in bilico Saltato il vertice per decidere

Calcio

CALCIO Ieri a Torino avrebbe dovuto tenersi il vertice tra dirigenti della Juventus per decidere il futuro della guida tecnica della Juventus. Il faccia a faccia, secondo quanto apprende Metro, alla fine è stato rimandato ma solo solo di qualche giorno. Una cosa è certa: dall’esito di questo incontro, e da quello successivo tra Allegri ed Agnelli, potrebbe innescarsi un effetto a valanga sulle panchine di mezza Serie A.

L’effetto domino
«Conte finirà con l’accasarsi alla Juventus o all’Inter - dice Mario Sconcerti -ma l’Inter credo sia avvantaggiata». Conte pagherebbe di tasca sua (si fa per dire) per andare alla Juve: ma dovrà attendere appunto l’esito dell’incontro tra Agnelli ed Allegri. Per lui, l’Inter, è il piano B: e quindi anche il destino di Spalletti dipende da Allegri (secondo Le Parisien il livornese potrebbe tarsferirsi al Psg, che avrebbe messo sul piatto una offerta importante).

 Il caso Roma
 Se Antonio Conte ha detto platealmente di no alla Roma di martedì Maurizio Sarri, il ricercato numero due sulla lista di James Pallotta, ha avuto il buongusto di aspettare il mercoledì per dire la sua sul tema: «io voglio restare al Chelsea». «Io credo che alla Roma alla fine possa arrivare  Giampaolo-, dice a Metro Mario Sconcerti - potrei dire anche  Gasperini ma se l’Atalanta si qualificherà in Champions resterà a Bergamo, e credo sia anche giusto così». Sia come sia, la Roma per ora è abbondantemente fuori dai radar dei top coach: questa è l’unica certezza. Pare ci sia stata solo la chiamata di Laurent Blanc, per proporsi.

Mourinho è libero
Tutti sognerebbero Jurgen Klopp, ma di libero adesso c’è Josè Mourinho: «tanti mi vogliono, presto sceglierò», ha detto ieri lo Special One. Ma in Italia c’è poco da sognare in questo periodo: per il dopo Gattuso il Milan pensa a Di Francesco.

D.LAT.
A.B.

 

Articoli Correlati
Sport