Fatti&Storie

Atp a Torino, l'obiettivo è andare oltre i 900mila biglietti

TORINO

TORINO «La passione». È questa che ha permesso a Torino di essere scelta e di festeggiare le Atp Finals. Lo ha svelato il presidente Chris Kermode ieri in città per presentare il torneo a cui partecipano i migliori otto tennisti del mondo che dal 2021 al 2025 andrà in scena all’ombra della Mole.

«Il luogo giusto», precisa e assicura che «da questa nuova casa ha inizio una nuova era del tennis» e già si definiscono gli obiettivi, come superare i 900mila biglietti venduti per le Olimpiadi.

Ieri con i rappresentanti del governo e sportivi, sono state ripercorse le tappe dell’iter della candidatura in cui, come sottolinea il sottosegretario Giancarlo Giorgetti «la testardaggine di Appendino e quella del presidente della Federazione italiana tennis Binaghi hanno permesso di superare tanti ostacoli», fino alla vittoria su altre 39 città. «Torino è passione, capacità di accogliere, capacità di visione delle imprese», commenta la sindaca Chiara Appendino, che ha aggiunto «Siamo felici e orgogliosi. Grazie al governo che ha creduto nelle potenzialità di Torino». Una candidatura basata sulla tutela ambientale, l’innovazione e che coinvolgerà tutta la città, «che siamo certi saprà organizzare un evento meraviglioso», anche fuori dal PalaAlpitour che ospiterà le gare. «Quando si fa squadra, almeno nello sport, il nostro Paese si conferma imbattibile», precisa il presidente del Coni Giovanni Malagò. Festeggerà anche la Mole illuminandosi col logo Atp.

CRISTINA PALAZZO

Articoli Correlati
Fatti&Storie