Fatti&Storie

Prestito ponte, Antitrust guarda a decisioni del Governo

Alitalia

L'Antitrust europeo terrà conto dell'eventuale decisione del governo italiano di cancellare la data del 30 giugno come scadenza del prestito ponte concesso a Alitalia per determinare se si tratta di un aiuto illegale. E' quanto si apprende a Bruxelles.    La data di rimborso di un prestito è infatti uno degli elementi che la Commissione europea prende in considerazione per valutare se un operatore privato si sarebbe comportato allo stesso modo o se la misura costituisce un aiuto di Stato.

Ue. "La Commissione europea non può commentare bozze di misure nazionali che sono ancora in discussione", ha invece detto un portavoce della stessa Commissione, rispondendo alle domande dei giornalisti sulla possibilità che il governo cancelli la data del 30 giugno come scadenza del prestito ponte a Alitalia.     "La Commissione non può fare congetture su questo", ha detto il portavoce: "l'inchiesta per valutare se il prestito dell'Italia costituisce aiuto di Stato e se rispetta le regole Ue è in corso e non possiamo pregiudicarne l'esito". Il portavoce ha ricordato che la Commissione è "in contatto con le autorità italiane nel contesto della nostra indagine". Il portavoce ha anche rifiutato di fare commenti sull'ipotesi che gli interessi che Alitalia dovrebbe ripagare sul prestito ponte siano convertiti in azioni della new company. "La Commissione non ha sufficienti informazioni in questa fase per prendere posizione", ha detto il portavoce.

Articoli Correlati
Fatti&Storie