Fatti&Storie

Boom di turisti per il lungo ponte

TORINO

TORINO Muniti di piumini e ombrelli, i turisti hanno invaso Torino e resteranno in città in vista dei prossimi giorni di festa del lungo ponte.

Non più gite “mordi e fuggi” ma, anche grazie alle vacanze scolastiche, in tanti sono arrivati per restare domani, 25 aprile, fino al weekend per una permanenza media, secondo Confesercenti, di tre giorni. Le prenotazioni negli alberghi, che hanno superato quota 95%, lo avevano annunciato, come anche i numeri delle vendite di prodotti dolciari anche se si temeva per la minaccia pioggia, che dovrebbe lasciar respirare solo domani. Se però la scampagnata non è in programma, la lista delle aperture straordinarie è lunga. A partire dalla fondazione Torino Musei, con Gam, Palazzo Madama e Mao, come anche i Musei Reali con la mostra che celebra Leonardo Da Vinci “Disegnare il futuro”. Poi c’è Van Gogh a Palazzo Lancia, la personale di Asia Argento o i vari spazi fotografici in giro per la città. Intanto le prime lunghe code pasquali fanno festeggiare. Si va dai 25mila ingressi al Museo Egizio, ai quasi 38mila della Reggia di Venaria, dove non mancano le polemiche “da film”: sono in corso le riprese della pellicola hollywodiana “The Outfit”, con conseguenti limitazioni agli ingressi, ma potrebbe essere un ulteriore motivo per andarci.

CRISTINA PALAZZO

Articoli Correlati
Fatti&Storie