Famiglia

In Italia fuma sigarette uno studente su 5 tra 13 e 15 anni

Salute e adolescenti

SALUTE. Iniziano a fumare già a 10 anni e nella fascia d'età tra i 13 e 15 anni fuma sigarette tradizionali un ragazzo su cinque, mentre si registra un boom per le sigarette elettroniche utilizzate dal 18%. Più di uno studente su 5 dai 13 ai 15 anni fuma tabacco, e le sigarette sono più diffuse tra le ragazze (23,6%) rispetto ai coetanei maschi (16,2%). Al contrario, per quanto  riguarda le sigarette elettroniche sono i ragazzi a usarle abitualmente di più (21,9%) rispetto alle ragazze (12,8%). 
Fumo passivo in casa
E ancora,  la metà dei giovanissimi ha respirato fumo passivo in casa, e la maggior parte dei ragazzi è consapevole che il fumo è dannoso. Sono  alcuni dei dati presentati a Roma nei giorni scorsi al workshop sui Risultati  dell’indagine sui giovani e il tabacco 2018 - Global Youth Tobacco  Survey (GYPS), effettuata in Italia nell’anno scolastico 2017-2018. 
Lo studio, promosso dall’Organizzazione mondiale della  sanità (Oms), è effettuata con frequenza quadriennale su un campione rappresentativo a livello  nazionale di studenti fra 13 e 15 anni. In Italia la rilevazione 2018 è stata condotta dall’Istituto superiore di sanità (Iss). Hanno completato il questionario 1.680 studenti  delle scuole primarie di secondo grado e delle secondarie di primo  grado, 1.518 dei quali avevano 13-15 anni. Gli esperti illustrano i  risultati ottenuti in quest’ultima fascia d’età. Ebbene, se il 21,3%  dei giovanissimi (17,8% dei ragazzi e 25,1% delle ragazze) utilizza  prodotti a base di tabacco, il 19,8% (16,2% dei ragazzi e 23,6% delle ragazze) fuma attualmente sigarette, mentre l’1,6% (1,8% dei ragazzi e 1,5% delle ragazze) utilizza tabacco senza fumo.    E ancora, il 17,5% degli studenti monitorati (21,9% dei ragazzi e  12,8% delle ragazze) utilizza sigarette elettroniche. Quasi 6 giovanissimi fumatori su 10 (58,4%) hanno provato a smettere negli  ultimi 12 mesi. E più di 4 su 10 (40,3%) vorrebbero  dire addio alle “bionde”. Inoltre il 49,7% degli studenti è stato esposto al fumo di tabacco a casa e il 45% all’interno di luoghi pubblici chiusi.
  Acquisti facili
 Il 19,7% dei  fumatori di sigarette ha  acquistato sigarette in una tabaccheria o in un bar. E il 68% non ha incontrato difficoltà nonostante la giovane età. Più di 5 studenti su  10 (50,5%) hanno notato messaggi anti-tabacco nei media. Quasi 3 su 10 (27,0%) hanno notato pubblicità o promozioni di prodotti del tabacco nei punti vendita, e quasi uno studente su 10 (7,5%) possiede qualcosa con un logo di un marchio di un prodotto del tabacco.    
Il 58,5% degli alunni pensa  “senza dubbio” che il fumo di tabacco degli altri sia dannoso per loro, e il 60% dei ragazzi è favorevole al divieto di fumo nei luoghi pubblici all’aperto.

Famiglia