Fatti&Storie

Salvini ancora all'attacco "Roma? Non c'è cambiamento"

Roma

"Avevo invitato i romani a scegliere e provare il cambiamento, dopo anni questo cambiamento non mi sembra molto diverso dal passato". Quindi "probabilmente se si votasse domani non inviterei più a scegliere i 5 stelle". A dirlo è il ministro dell'Interno Matteo Salvini rispondendo a una domanda sul sindaco di Roma, Virginia Raggi. A margine di una conferenza stampa in Prefettura a Monza, Salvini ha spiegato: "Vivo Roma da cittadino, come tanti altri romani che si lamentano dell'immondizia, del traffico, dei mezzi pubblici che non funzionano, dei crateri nelle strade, della trascuratezza".

Candidato sindaco. E a chi gli chiedeva se avesse già in mente un candidato sindaco, il ministro ha spiegato: "No assolutamente, io da italiano spero che Roma sia più curata perché è la capitale ed è la nostra vetrina, non ho in mente sindaci, vicesindaci o altre cose. Spero che chi sia in Comune faccia il massimo, io come ministro dell'Interno per Roma mi manca di mettermi il mantello di Batman. Io però mi occupo di sicurezza non posso fare il netturbino, l'autista degli autobus, il manutentore delle metropolitane. Per questo c'è il Comune". Salvini ha poi negato che parlerà della cosa con la leader di Fratelli d'Italia Giorgia Meloni. 

Articoli Correlati
Fatti&Storie