Fatti&Storie

Tornelli e incentivi per le bici sui mezzi

TORINO

In casa Gtt sembra oramai un ricordo la perdita del servizio ferroviario metropolitano dopo la scelta di non partecipare alla gara, e ci si concentra sulle buone notizie. A partire dalle imminenti: oggi arrivano i tornelli sulle linee SE1 e SE2, che collegano la stazione Stura a Settimo Torinese. Una novità che da marzo aveva interessato già la linea 19 e presto arriverà anche sulla 6. Ma ancor di più si festeggiano i numeri: quelli del bilancio in pareggio dopo il rosso di 32,6 milioni di euro nel 2017. Il 2018, infatti, grazie al piano di risanamento industriale e a entrate straordinarie e non ripetibili, è stato chiuso con un utile di 498mila euro, a dispetto della previsione di meno 13 milioni. Sono cresciuti i ricavi delle vendite e dei parcheggi, mentre si sono ridotti i costi del personale, per cui si prevedono 80 nuovi ingressi. Scendono anche le ore di viaggio: con la priorità semaforica ne sono state risparmiate in un anno 83mila sulle tratte in cui è attiva. Ma non è sufficiente a scongiurare imprevisti: ieri mattina le auto in sosta selvaggia hanno bloccato un bus della linea 5 in piazza Arbarello per diversi minuti (nella foto).
Intanto arriva dai Comuni della zona di Torino un incentivo per la mobilità sostenibile. È ripartito il bando “Bici in tasca”, nell’ambito di Vi.vo per dare contributi a chi compra una bici pieghevole in rivendite autorizzate da usare sui mezzi pubblici.

CRISTINA PALAZZO

Articoli Correlati
Fatti&Storie