Meteo
 


Spettacoli

The Yalta Game firmato Brian Friel

Torino/Teatro

TORINO Un altro lavoro di Anton Cechov in contemporanea con il giovanile “Platonov”. Così è al Teatro Astra dove, fino a sabato, è di scena, per la prima volta nella sala di via Rosolino Pilo 6 per la stagione TPE, “The Yalta Game” del drammaturgo irlandese Brian Friel. Si tratta di un breve testo per due attori ispirato al celebre racconto “La signora col cagnolino” di Cechov. 

Con la traduzione e la regia di Stefano Moretti, anche interprete sul palco assieme a Giulia Valenti, questo lavoro è stato definito dalla critica come un calligrafico Kammerspiel,  un esempio di teatro che cerca un intimo rapporto con lo spettatore.

In “The Yalta Game” tutto è concentrato su due soli personaggi, Anna e Dimitri, che s’incontrano per caso durante una vacanza a Yalta. È qui che scocca la scintilla che li porta ad iniziare una breve relazione.

Ricreando il testo per la scena, Brian Friel, scomparso  quattro anni fa, ha ampliato il tema del rapporto tra realtà e finzione. 

Alla trama cechoviana Friel ha intrecciato l’abitudine dei due personaggi a rivestire le vite degli altri con un’altra vita immaginaria.

È un gioco divertente, ma anche potenzialmente pericoloso per i due, soprattutto se il confine tra ciò che è reale e ciò che è immaginario diventa labile e i due piani si confondono.

Il significato di “verità” e di “finzione” finiscono così per intersecarsi in questa storia d’amore che sul palco si vivifica attraverso anche l’uso di video che donano un taglio cinematografico alla messinscena (Info: fondazionetpe.it).

ANTONIO GARBISA

Articoli Correlati
Spettacoli
Gli Over di Mika
I prof de Il Collegio 5