Fatti&Storie

Mosca schiera in Crimea i bombardieri nucleari

Nucleare

Mosca ha deciso di stazionare in Crimea due bombardieri nucleari e i missili a corta gittata Iskander come risposta ai sistemi antimissile degli Usa collocati in Romania. Per quanto riguarda gli aerei, si tratta di due Tupolev Tu-22M3.    Viktor Bondarev, presidente della Commissione difesa della Russi, ha affermato che "in Crimea abbiamo schierato i sistemi missilistici S-300 e S-400, i Buk-M2, i Pantsir-S1, e gli Iskander in due versioni modificate".

Disarmo. Lo scorso 2 febbraio gli Stati Uniti hanno sospeso la propria partecipazione al Trattato sul disarmo nucleare Inf (Intermediate Range Nuclear Forces Treaty) in polemica con Mosca, accusata di svariate violazioni della storica intesa sottoscritta nel 1987 dagli allora presidenti Ronald Reagan e Mikhail Gorbaciov. "Il fatto che gli Usa abbiano schierato un scudo anti-missile in Romania è una sfida seria, alla quale il ministero della Difesa russa ha deciso di rispondere con lo schieramento in Crimea, alla base aerea di Gvardeisky, di due bombardieri Tupolev Tu-22M3 a lungo raggio", ha aggiunto Bondarev. "Una scelta che cambia radicalmente l'equilibrio regionale delle forze sul campo".

Articoli Correlati
Fatti&Storie