Spettacoli

Lazotti omaggia Scola in una sala da ballo

Cinema/La notte è piccola per noi

ROMA Un pugile alcolista, una donna sola, un ragazzo che aspetta una sconosciuta, un gruppo di amiche per caso, un latitante, un carabiniere smarrito, una cameriera filosofa e via, intrecciandosi, di storia in storia, di personaggio in personaggio in una balera romana che diventa il centro del mondo e del desiderio.

Eccolo l'omaggio ad Ettore Scola del suo aiuto regista Gianfrancesco Lazotti che con questo “La notte è piccola per noi” (da giovedì in sala con Cristiana Capotondi, Teresa Mannino e Philippe Leroy tra gli altri)  rimanda al suo “Ballando Ballando”.

«Perché la sala da ballo è un osservatorio popolare perfetto per gettare uno sguardo ai tempi che stiamo vivendo; è un luogo oltre le mode, che non invecchia, non esclude nessuno, in cui non ci sono obblighi formali e nemmeno zone vip e ci si va vestiti come si vuole: è un luogo davvero democratico». 

SILVIA DI PAOLA

Spettacoli