Spettacoli

Paola Turci: «E adesso mi sento “Viva da morire”»

Musica/Nuovo cd

MILANO Esce venerdì “Viva da morire”, nuovo cd di Paola Turci che lo presenterà sabato alla Discoteca Laziale di Roma e domenica alla Feltrinelli di Milano (piazza Piemonte). Poi, due live teatrali in maggio a Milano (13) e Roma (20) e un tour da novembre. 

Perché “Viva da morire?” 
«È una frase detta dal mio produttore in un momento difficile. Entrambi sappiamo cosa vuol dire riprendersi la vita quando sta per sfuggirti. Ogni volta che la ripeto mi sento bene».

Com'è nato il disco? 
«Inaspettato. Le canzoni mi hanno travolto, stavolta ho scritto poco e sono più interprete. Nei testi, però, c'è molta me stessa. La scomparsa di mio padre, l'adolescenza ribelle, l'amore. Il passato, ma anche il presente e quel che vorrei per il futuro».

E musicalmente? 
«Ho cercato altezze nuove, anche nella voce, per trovare una libertà diversa. Per me la musica è più che andare in radio o in classifica».

Da sempre lei combatte per i diritti delle donne… 
«È in atto una guerra contro le donne e bisogna reagire. Vogliono riportarci indietro, ma non ci riusciranno». 

DIEGO PERUGINI

Articoli Correlati
Spettacoli