Spettacoli

Ghemon si racconta tra parole e musica

Milano/Musica

MILANO L'abbiamo visto all'ultimo Sanremo, in cui Ghemon ha presentato “Rose viola”, un pezzo intrigante e orecchiabile che è piaciuto a un pubblico eterogeneo. «È la fotografia più attuale e fedele di quello che sono musicalmente. Un versatile punto d’incontro tra più territori: l’anima black che si fonde col cantautore», spiega l'artista avellinese.

Un percorso particolare, il suo, partito dal rap e approdato a uno stile più eclettico, caratterizzato da temi profondi, contaminazione di generi e rime molto curate, come negli album “ORCHIdee” e “Mezzanotte”. 

E domani Ghemon sarà sul palco del nuovo spazio Germi (ore 21, tutto esaurito) col format “Dj-set raccontati”, un progetto in equilibrio tra dj set e chiacchierata informale. Durante l'esibizione passerà in rassegna le canzoni che più hanno segnato la sua vita artistica e personale, raccontando il suo rapporto con ognuna di queste.

Nell'attesa ecco per oggi al Fabrique la giovane popstar australiana Troye Sivan col nuovo cd “Bloom”: «Mi sono stabilito a L.A. ed è stato un momento felice della mia vita sentimentale – spiega - Ho scritto canzoni come fossero una sorta di lettere d’amore per il mio ragazzo, per la mia famiglia, per la comunità». 

Al Live di Trezzo si terrà un minifestival di folk metal nordico con Korpiklaani, Turisas e Trollfest, mentre al Sisal Wincity di piazza Diaz 7, ore 20.30, si terrà un concerto jazz gratuito con Tommaso Starace.

Per gli incontri, oggi Pacifico sarà alle 18.30 alla Rizzoli Galleria con l'ultimo cd “Bastasse il cielo”.

DIEGO PERUGINI

Articoli Correlati
Spettacoli