Fatti&Storie

Nanga Parbat, individuate due sagome umane

Alpinismo

Due sagome umane sono state avvistate sulla parete Diamir del Nanga Parbat durante alcune approfondite osservazioni dal campo base, ha avvertito la macchina organizzativa di soccorso e recupero degli alpinisti Daniele Nardi e Tom Ballard dispersi dal 24 febbraio sul Nanga Parbat. E' in corso una nuova ricognizione con l'elicottero. Le due sagome avvistate dalla squadra di soccorso dell'alpinista basco Alex Txikon nella giornata di ieri, notizia resa nota solo oggi dalla famiglia di Daniele Nardi, si trovano proprio sulla via dello Sperone Mummery del Nanga Parbat, la più difficile via che porta alla vetta della più grande montagna dell'Himalaya che con i suoi 8.125 metri è la nona più alta della terra. 

Articoli Correlati
Fatti&Storie