Fatti&Storie

Tav, muro contro muro Decisione entro venerdì

TAV

Niente da fare sulla Tav: il governo deciderà sulla Tav entro venerdi'. E' questa la deadline fissata dal presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, al termine di un vertice durato appena un'ora. Il premier sostiene che la decisione sarà "presa nell'interesse nazionale" e "per questo il governo non può cadere, perché dovrebbe rischiare di cadere?" domanda ai cronisti convocati davanti a palazzo Chigi. Ma oggi è stata solo la "prima riunione politica" come la definisce Conte nonostante i numerosi vertici tenuti sull'argomento Alta velocità. Una riunione nella quale è iniziata "preliminarmente" l'esame dell'analisi costi/benefici e che ha visto seduti intorno al tavolo con il premier anche i due vice, Luigi Di Maio e Matteo Salvini, e il ministro delle Infrastrutture, Danilo Toninelli.

A oltranza. Dalle 20.30 di domani sera, però, si andra' avanti a oltranza, anche alla presenza dei tecnici. "Sul tavolo non pesano le posizioni pregiudiziali né della Lega né del Movimento 5 stelle" dice netto il presidente del Consiglio che ancora una volta si definisce il "garante" assicurando che quelle posizioni "non peseranno". "Adesso - aggiunge Conte - oltre al percorso di razionalità tecnica c'è anche un percorso di razionalità politica che è l'ultima fase. Siamo entrati nella dirittura finale. Siamo nel percorso finale, quello più squisitamente politico". 

Articoli Correlati
Fatti&Storie