Fatti&Storie

Papa Francesco apre gli archivi di Pio XII

pio XII

«Ho deciso che l’apertura degli Archivi Vaticani per il Pontificato di Pio XII avverrà il 2 marzo 2020». Questo l’annuncio di Papa Francesco, facendo seguito a un annuncio di avvio del lavoro preparatorio che risale addirittura al 2002. «Assumo questa decisione - ha precisato il Papa - con animo sereno e fiducioso, sicuro che la seria e obiettiva ricerca storica saprà valutare nella sua giusta luce, con appropriata critica, momenti di esaltazione di quel Pontefice e, senza dubbio anche momenti di gravi difficoltà, di tormentate decisioni, di umana e cristiana prudenza, che a taluni poterono apparire reticenza, e che invece furono tentativi, umanamente anche molto combattuti, per tenere accesa, nei periodi di più fitto buio e di crudeltù, la fiammella delle iniziative umanitarie, della nascosta ma attiva diplomazia, della speranza in possibili buone aperture dei cuori». Parte della documentazione di Pio XII in realtà era già pubblica. 
La vicenda è particolarmente interessante perché investe gli anni drammatici della Seconda guerra mondiale. In passato ci sono state pesanti polemiche sul «silenzio» di Pio XII rispetto alla Shoah.  Per il “cacciatore di nazisti” Ephraim Zuroff, ci sono due domande da chiarire: «La prima è: quali informazioni ebbe il Vaticano sui crimini della Shoah? E la seconda è quando Pio XII fu raggiunto da tali informazioni».

Osvaldo Baldacci

Articoli Correlati
Fatti&Storie