Fatti&Storie

Sardegna, Solinas avanti Tracollo per il M5S

elezioni regionali

I dati delle prime 223 sezioni (il 12% su un totale di 1.840) scrutinate in Sardegna, l'equivalente di circa 85 mila voti, confermano Christian Solinas (centrodestra) in testa col 48,57%. Massimo Zedda (centrosinistra) è al 33,42%. Risultano 611 schede bianche, 55 nulle, mentre cresce in modo esponenziale il numero di quelle con errori, probabilmente per la prima applicazione della norma sulla doppia preferenza di genere: sono 1.526.  Dunque:   Christian Solinas (centrodestra) 48,57% Massimo Zedda (centrosinistra) 33,42% Francesco Desogus (M5S) 10,57% Mauro Pili (Sardi liberi) 2,71% Paolo Maninchedda (PdS) 2,40% Andrea Murgia (Autodeterminatzione) 1,57% Vindice Lecis (Sinistra Sarda) 0,47%.

Tracollo M5S.  Il centrodestra è al 52,13%, quando in Sardegna sono state scrutinate per il voto di lista le prime 212 sezioni su 1.840. Il centrosinistra è al 31,21%. Secondo questi dati, ancora parziali, il Pd risulta il primo partito col 13,23%, seguito dalla Lega con il 12,38%, FI con il 10,2% e dal Psd'Az con il 9,41%. Il M5S è al 9,43%, Sardegna2020 (una delle liste del centrodestra col consigliere regionale azzurro uscente Stefano Tunis) è al 4,54%, Fratelli d'Italia alle 4,70% e LeU al 3,57%. I Riformatori sono al 3,35%, l'Udc al 3,79%.    Il Partito dei sardi è al 2,83%, Sardi liberi all'1,8%, Autodeterminatzione all'1,99 e Sinistra sarda allo 0,58%.

Articoli Correlati
Fatti&Storie