Fatti&Storie

Sardegna, nuovo test Al voto per il presidente

elezioni regionali

Un nuovo test anche per gli equilibri nel Governo nazionale, con la Lega di Salvini che punta a fare il bis delle precedenti elezioni abruzzesi. Domani gli elettori sono chiamati alle urne nelle otto circoscrizioni della Sardegna per scegliere il nuovo presidente della Regione e 58 consiglieri regionali: il candidato che prenderà più voti entrerà di diritto in Consiglio regionale, così come il secondo col maggior numero di preferenze. Le urne si aprono alle 6.30 e si chiudono alle 22. Alla consultazione, cui sono chiamati quasi 1,5 milioni di sardi, si applica le legge statutaria elettorale del 2013, modificata dalla norma che, per la prima volta, ha introdotto la doppia preferenza di genere.

Spoglio lunedì. Lo spoglio comincerà il giorno successivo, lunedi' 25 febbraio, dalle 7. La Regione ha allestito per i giornalisti accreditati una sala stampa nel palazzo di viale Trento a Cagliari (al primo piano della Torre), che sarà aperta dalle 6.30 di domani sino all'arrivo dei dati finali, che saranno elaborati dalla Regione Sardegna. I risultati elettorale si potranno consultare anche sul sito dedicato gestito dalla Regione www.sardegnaelezioni.it 

Articoli Correlati
Fatti&Storie