Style

Aigner in passerella punta sull'illuminismo

fashion week

Il suo turno nella settimana delle moda milanese sarà venerdì. Sulle sue passerelle, i must che il direttore creativo di Aigner, Christian Alexander Beck, ha scelto per quest’autunno inverno 2019/2020. Ecco come racconta ciò che vedremo.

Quali sono le idee chiave su cui si basa questa sua collezione?
Ho scelto di puntare su una reinterpretazione dell’Illuminismo, quel periodo in cui ci si distaccò dall’oscurità del Medioevo per guardare a un futuro brillante fondato sul progresso.

Come viene interpretato questo “risveglio” sulla sua passerella?
Attraverso un mix di linee e forme pulite, con ricchi dettagli a contrasto, decori e texture a strati.

Se dovesse indicare un segno distintivo della sua collezione, quale sceglierebbe?
Sicuramente la stampa pansy che rompe gli schemi delle linee razionali infondendo un romanticismo declinato in varie interpretazioni come gli overall in tulle ricamato, i lunghi abiti femminili e gli ampi pantaloni.

I suoi modelli sono particolarmente attenti ai particolari.
Per impreziosire gli overall ho scelto, ad esempio, un elaborato ricamo in perle mentre la discreta eleganza del logo si mostra nelle versioni stampata, devorè e degradè.

Contro il freddo del prossimo inverno, ci sono molti capispalla e mantelli…
I capispalla spaziano dalle giacche modello aviatore in shearling, a piumini e giacche in cui il cashmere incontra la nappa mentre gli avvolgenti mantelli, le grandad jackets, vanno dalla lana pregiata ai tartan. Su questi modelli le stampe sono riproposte negli abiti in crepe de chine di seta a quadri nei toni “Dark Mauve” e “Deep Blue”.

Passiamo ai pantaloni che fa sfilare insieme a kimono e abiti in pelle.
Motivi e strati giocano tra loro nelle silhouettes degli ampi pantaloni, dei kimono e degli abiti in pelle nella tonalità bison-brown con moderni dettagli shiny-matte. La presenza di dettagli a contrasto dona un tocco di lusso agli outfit: le stringhe metalliche, ad esempio, raccolgono i volumi mentre i metalli scintillanti e i lussuosi filati in lurex dorato sono contrapposti a dettagli colorati a specchio e a tocchi iridescenti.

Quali sono i colori che indosseremo per il prossimo autunno/inverno?
I colori chiave della collezione, come il grigio notte (Night Grey), ‘Dark Mauve’, ‘Shadow Grey’ e il ‘Light Mauve’, sono deliberatamente fini e tenui per irradiare raffinatezza e classe, mentre toni come il ‘Bison Brown’, ‘Deep Blue’ e il verde seguono il trend “New- Heritage” contribuendo a far risaltare dettagli ed effetti.

A proposito di dettagli, parliamo di borse. Quali sono highlight di questa stagione?
Partiamo dalla Cybill Special: la nostra signature bag rimane una parte importante della collezione. Oltre ai modelli consolidati, arrivano ora due speciali versioni in un nuovo formato che rappresentano l'elemento di punta della serie. Sono la Cybill Tartan che riprende uno degli elementi principali della collezione con la stampa a quadri in due combinazioni cromatiche. E la Cybill Perla con il dettaglio a vite e l'applicazione di perline.

Lei ha creato una borsa appositamente per questa sfilata. Ce la racconta?
Si tratta della serie Dana. La borsa a secchiello sarà presentata in edizione speciale con perle, viti e il motivo iconico. Un ulteriore elemento di richiamo per la sfilata è la speciale valigia. Con la sua forma a box in pelle tinta unita o con il caratteristico motivo a quadri. Inoltre, molte delle borse della sfilata saranno abbinate a fasce a tracolla con stampe stagionali e tessuti o sciarpe della collezione principale.

In alcune borse spiccano le teste di cavallo accanto al logo della maison che è un ferro di cavallo. Come mai questa scelta?
Epona, la dea romana dei cavalli, dà il nome alla nuova serie. I modelli con manico superiore e le saddle bag escono dagli archivi degli anni ’70 e si fondono in una nuova serie  Heritage. La variante classica riprende uno degli elementi della collezione nella versione a tracolla o a spalla con la testa di cavallo dorata – nella doppia veste di decorazione e di elemento di chiusura. Le due speciali varianti giocano invece con il tema attraverso i ricami pansy, con la vite della testa di cavallo presentata con pietre di cristallo.

Completamente diverso il modello Dea.
Con la sua forma minimalista, la Dea possiede ciò che occorre per diventare la nuova icon bag. Disponibile in due formati come borsa con manico o borsa a spalla, gli appariscenti inserti in metallo sono una caratteristica dei motivi della serie: la reinterpretazione dello statement della vite applicata sui bordi, la chiusura vintage in un design nuovo e moderno e la catena a maglie con profili smussati utilizzata come tracolla donano ai modelli un tocco speciale. Le pelli più pregiate in questo modello incontrano l'artigianalità italiana come nelle versioni da sfilata con perle, borchie, viti con stampa iconica ovviamente con il  motivo pansy.

Ce n’è anche per chi nella borsa ci vuole infilare il mondo…
Cosima è un'ampia borsa con manico o in due formati a tracolla, che nasconde un piccolo segreto sul retro: c'è un ulteriore comparto con zip per disporre di maggiore spazio. Con la sottile fascia in pelle Saffiano e il corpo in pelle pieno fiore, la struttura della borsa si arricchisce e la chiusura tuck lock diventa un elemento di richiamo. Come serie speciale, la borsa a spalla è disponibile in borgogna o blu con stampa pansy che dona alla borsa più leggerezza, mentre la vistosa chiusura rimane sempre in primo piano.

Fra le borse ce n’è una che nasce dalla sua Diadora, sbaglio?
No, si chiama Dora ed è la versione mini della serie Diadora. La Dora Pearl in nero è presentata con perle e applicazione a vite, potente e allo stesso tempo classica. La Dora Pansy è, invece, un bouquet di fiori da viaggio a forma di borsa e deve il suo look cool e contemporaneo alla tridimensionalità delle violette. La Dora Check con il quadro tartan nelle due combinazioni cromatiche  gode della fluida transizione di stampe. Infine, la Dora Crystal richiama un cielo stellato, con i cristalli di antracite applicati sulle viti per donare alla borsa ulteriore lucentezza. Altro modello a cui tengo molto è Savona in cui la forma degli anelli ricorda il familiare ferro di cavallo della maison. Dettagli che donano a questa borsa con manico due forme in cui la versione a spalla risulta essere una borsa dal look classico e elegante. Il secondo riferimento alla storia del brand è costituito dalla recente elaborazione del motivo ricamato: anche qui l'ispirazione arriva da modelli riscoperti in archivio. Le borse a tracolla in pelle con dettagli specchiati in oro e argento o in vernice nera sono modelli assolutamente stravaganti.

Accanto a questa stravaganza c’è anche qualcosa di più popolare come la serie Fiorentina…
Certo, ma queste linee vengono presentate in una nuova chiave grazie ad una variante a tracolla disponibile in versione speciale con viti grandi e piccole.  Torna anche la Serie Cavallina presentata in svariati modelli nelle tinte di stagione con dettaglio a specchio o con uno speciale quadro tartan.

PATRIZIA PERTUSO

Style
Oroscopo della settimana
Oroscopo della settimana